Magnolia x soulangeana
(Magnolia x soulangeana)

Nessuna immagine disponibile

Classificazione scientifica

FamigliaMagnoliaceae
GenereMagnolia
Speciesoulangeana
Nomi comuniMagnolia x soulangeana

 

 

 

Descrizione:  Magnolia × soulangeana  1826 è un ibrido interspecifico appartenente al genere Magnolia e alla famiglia delle Magnoliaceae. È un albero con foglie caduche con larghi e precoci fiori di colore variabile dal bianco, rosa, fino al viola.Questa pianta cresce producendo molte branche basali a formare un largo cespuglio o un piccolo albero. Sui robusti rami porta foglie alterne, semplici e lucenti, di colore verde scuro e forma ovale. È usata come pianta ornamentale in molti giardini e parchi, coltivata a cespuglio o ad albero solitario. Questa Magnolia è nota per la sua facilità di coltivazione e la sua relativa tolleranza al vento e ai suoli alcalini (due vulnerabilità di molte altre specie di Magnolia).

Foglie, Fiori, Frutti:  I fiori sbocciano in gran numero sull'albero ancora spoglio, all'inizio della primavera. Le foglie cominciano ad accrescersi subito dopo e vi rimangono fino all'autunno. I fiori della Magnolia × soulangeana sono larghi, con un diametro medio di 10–20 cm, variamente colorati dal bianco, rosa, al marrone rossastro. Una varietà americana, 'Grace McDade' dell'Alabama, è considerata la varietà con i fiori più grandi, con 35 cm di diametro, di colore rosa-violetto e bianco. Magnolia x soulangiana 'Jurmag1', ha i fiori più scuri e compatti di tutte le altre varietà. Il momento preciso della fioritura e la sua durata cambiano da varietà a varietà, così come la forma del fiore. Qualche varietà possiede fiori globulari, altre hanno fiori a forma di coppa o più appiattita.

Areale, Ecologia: La pianta è stata originariamente creata dal giardiniere francese Étienne Soulange-Bodin, un ufficiale in pensione della cavalleria napoleonica, nel suo castello di Fromont, vicino Parigi. Incrociò Magnolia denudata con Magnolia liliiflora nel 1820, e fu impressionato dalla prima fioritura precoce della progenie ottenuta, che avvenne nel 1826. Dalla Francia l'ibrido entrò velocemente in coltivazione in Inghilterra e in altre parti di Europa, e anche in Nord America. Da allora, gli ibridatori di piante di molti paesi hanno continuato a migliorare questa specie. Oltre un centinaio di varietà coltivate (cultivar) sono oggi conosciute e coltivateÈ una delle specie più usate in orticoltura, largamente coltivata in Gran Bretagna, specialmente nel sud dell'Inghilterra; e negli Stati Uniti, in particolare sulla parte est e ovest della costa. La pianta è largamente coltivata in molti paesi europei, soprattutto in Inghilterra, e sulla fascia litorale dell'America settentrionale

 

 

 

 

 

 

Presenza regionale

Nessuna immagine disponibile
Torna indietro