Albero dei tulipani
(Liriodendron tulipifera)

Nessuna immagine disponibile

Classificazione scientifica

FamigliaMagnoliaceae
GenereLiriodendron
Specietulipifera
Nomi comuniAlbero dei tulipani

Descrizione: Albero deciduo di prima grandezza (macrofanerofita), alto fino 40(60) m, di rapido accrescimento e molto longevo (400-500 anni); tronco diritto e chioma conica, piramidale o arrotondata. Rami robusti, brunastri, lucenti. Corteccia degli esemplari giovani liscia, grigio-arancione, con l'età il ritidoma diventa profondamente fessurato-reticolato, di colore grigio chiaro. Perule (gemme) grosse, compresse

Foglie, Fiori, Frutti: Foglie alterne, lungamente picciolate (5-11,5 cm), abassialmente glauche, adassialmente di colore verde lucente, in autunno assumono un colore giallo brillante; lamina di (6,5)7,5 - 15(23,5) × (8,5)12,5 - 18,5(25,5) cm, caratteristicamente troncata all'apice, quasi quadrata, con (2)4-6 lobi acuti o arrotondati e con base strettamente cordata o troncata; stipole appaiate, di 2-4,5 cm, larghe, ellittiche, libere, di colore verde chiaro, presto caduche, che lasciano cicatrici anulari al punto di inserzione sul rametto.
Fiori solitari, ermafroditi, attinomorfi, leggermente fragranti, inseriti su robusti brachiblasti di 2,5-5 cm. In preflorazione le gemme fiorali sono circondate da due brattee ovali, caduche all'antesi.
Perianzio campanulato, costituito da (7)9 segmenti lunghi 4-5 cm, di cui gli esterni verdi, sepaloidi, riflessi; gli interni petaloidi, eretti, giallo-verdastri, macchiati di arancione alla base.
Stami numerosi con antere estrorse, inseriti alla base del ricettacolo. L'asse del ricettacolo con numerosi carpelli spiralati contenenti 2 ovuli.
Il frutto multiplo, secco, indeiscente è un samareto, di 4,5-8,5 cm, fusiforme, un aggregato di numerosi apocarpi alati (samare), embriciati, di 3-5,5 x 0,5-1 cm, che a maturità si distaccano dall'asse che persiste sul ramo. Semi di ca 5 mm, (1)-2 per carpello.

Areale, Ecologia: Terreni freschi e profondi, ben drenati e fertili, di preferenza silicei.
Specie eliofila.
Originaria degli Stati Uniti orientali e introdotta in Europa nel XVII secolo, viene frequentemente coltivata per ornamento nei parchi e giardini e risulta talvolta spontaneizzata.


Presenza regionale

Nessuna immagine disponibile
Torna indietro