Cedro del libano
(Cedrus libani)

Nessuna immagine disponibile

Classificazione scientifica

FamigliaPinaceae
GenereCedrus
Specielibani
Nomi comuniCedro del libano

Descrizione: Il Cedro del Libano è originario dell'Anatolia meridionale, della Siria e del Libano. Allo stato spontaneo spontaneo si trova lungo i pendii rocciosi e calcarei esposti a settentrione, tra i 1.300 e i 3.000 metri s.l.m., con clima nevoso e freddo in inverno ed estate secca. Oggi nel suo ambiente originario se ne trovano pochi esemplari, mentre è molto diffuso nei parchi e nei giardini di tutta Europa dove è giunto nel XVII secolo. Questo grande  albero può raggiungere i 40 metri di altezza, con chioma conica nei giovani esemplari e più appiattita nei vecchi.  Il tronco è colonnare e largo alla base fino a 2,5 metri, spesso ramoso dal basso e con corteccia prima liscia e di colore grigio, poi fessurata e bruno-nerastra. I rami di secondo ordine di espandono a formare larghi palchi orizzontali.

 

Foglie, Fiori, Frutti: Le foglie sono aghiformi, lunghe da 1 a 3,5 centimetri; quelle dei macroblasti sono singole e inserite a spirale intorno al ramo, mentre quelle dei brachiblasti sono riunite a ciuffi di 20-35 aghi.I fiori sono unisessuali, quelli maschili verde chiaro, eretti, cilindrici, quelli femminili più grandi. A maturità le pigne si disfano lasciando sul ramo il rachide bruno e liberando i semi muniti di una grande ala.

 

Areale, Ecologia:  E’ originario del Mediterraneo Orientale, cresce spontaneo nelle montagne del Libano, della Siria e in Turchia meridionale (monti Tauro), è coltivato in parchi e giardini di tutta Europa dalla fine del Settecento

Presenza regionale

Nessuna immagine disponibile
Torna indietro